Anche Foggia fa il pieno di denunce

0

Negli ultimi giorni c’è stata un’intensificazione dei controlli sul territorio, nel tentativo di far rispettare le disposizioni di sicurezza dettate dal DPCM. Sono ancora molte le persone che non hanno compreso la gravità della situazione e l’assoluta necessità che tutti, giovani, adulti ed anziani, restino in casa quanto più possibile. Diverse le denunce in tutto il Gargano; dopo San Marco in Lamis, Vieste e Manfredonia sono arrivate anche a Foggia.

Sono state 15 le persone denunciate dagli agenti della questura di Foggia: un uomo di San Giovanni Rotondo che si recava a Foggia per andare a trovare la compagna, due ragazzi che passeggiavano alle 21.45 su Viale Michelangelo senza mantenere la distanza di sicurezza e due persone in auto che dichiaravano di essere andati a fare compere ma le loro dichiarazioni non reggevano, in quanto lontani dalle loro residenze dove avrebbero potuto effettuare le compere.

È stata fermata anche un’auto con targa di prova scaduta, i due uomini a bordo sono stati denunciati per inosservanza delle prescrizioni e hanno subito anche il sequestro amministrativo del veicolo. Bloccata un Audi A6 con a bordo tre uomini di provenienza rumena che vagavano senza una reale meta perciò hanno ricevuto lo stesso trattamento riservato agli altri trasgressori.

Attraverso due segnalazioni sono venute alla luce altre situazioni irregolari: un box appartenente ad un pregiudicato foggiato in cui vi era un continuo via vai di persone, infatti all’arrivo delle forze dell’ordine è stata riscontrata la presenza di una donna che non essendo residente lì è stata denunciata; e un circolo ricreativo in cui si intrattenevano un gruppo di persone che all’arrivo dei Carabinieri si sono defilate dalla porta sul retro lasciando all’interno del locale solo il proprietario e un altro uomo che si identificava come l’addetto alle pulizie. Ciononostante sono stati denunciati anche loro.

 

O.Di Maggio

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here