Code d’avanti ai negozi per bambini, tante le mamme in attesa

0

Dopo l’ok del governo per la riapertura di alcune attività commerciali, a Foggia già dalle prime ore del mattino una piccola coda di mamme incinte si è formata davanti a una nota catena di negozi per bambini.

«Sono all’ottavo mese di gravidanza e sono al mio primo figlio – afferma una delle donne in fila – praticamente ho bisogno di tutto». Le fa eco una neo mamma in attesa di entrare: “Scarichiamo l’ansia con lo shopping». «Bisognava riaprire – sostiene Lucia La Torre, direttrice di Prenatal Foggia – siamo responsabili delle nostre attività, della produttività e dell’Italia».

Tra gli acquisti più gettonati, ci sono prodotti per l’igiene personale e generi alimentari. Non sono tantissime le attività che hanno accolto l’opportunità di riaprire, lo hanno fatto soprattutto i franchising.

Aperture a singhiozzo anche per le librerie. «Era una data che aspettavamo con tanta ansia, che non arriva in un momento piacevole», afferma Marisa Colucci, titolare della libreria Mondadori di Foggia.

Le attività commerciali alle quali è consentito tornare al lavoro saranno aperte dalle 9 alle 13. Sia per le librerie che per i negozi di abbigliamento per bambini alcuni titolari hanno scelto di lasciare a casa il personale in cassa integrazione. “Siamo venuti in negozio solo noi familiari – racconta Pierpaolo Patierno, titolare di una storica libreria di Foggia – lo facciamo per risistemare gli scaffali e riorganizzare la vendita on line». (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here