Il sindaco di San Nicandro Garganico ha rassegnato oggi le dimissioni

0
san nicandro garganico

Costantino Ciavarella si è dimesso. Non ha più voluto essere a capo di una maggioranza troppo litigiosa che creava divisioni, in un momento particolare in cui la collaborazione tra le parti dovrebbe essere fondamentale. Con una lettera, il primo cittadino ha informato gli abitanti di San Nicandro Garganico la sua decisione di dare le dimissioni, dopo due anni di mandato.

Costantino Ciavarella si era candidato a capo di una coalizione sostenuta dai maggiori partiti di centro-destra: Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e Udc. Ma i contrasti tra i componenti della maggioranza hanno portato a una crisi interna, impossibile da gestire. Non questa volta. Lo ha scritto nero su bianco lo stesso sindaco, nella sua lettera.

“Sento la responsabilità, come primo cittadino, di contrastare l’azione politico amministrativa di una maggioranza litigiosa che crea contrasti e divisioni ed annulla ogni mio possibile sforzo per il raggiungimento di unità e coesione.

Nonostante tutte le rassicurazioni e le intese di volta in volta raggiunte con i gruppi consiliari di maggioranza, gli ultimi avvenimenti mi costringono a prendere atto dell’assenza delle condizioni politiche per continuare a svolgere con equilibrio e serenità il mio compito che, viceversa, avrebbe richiesto il massimo impegno da parte di tutti a difesa degli interessi dell’intera comunità sannicandrese”.

Nuova maggioranza o dimissioni confermate?

Nelle prossime ore, spiega ancora nella lettera alla città, incontrerà tutti i gruppi parlamentari, per cercare di formare una nuova maggioranza e continuare così il suo ruolo di primo cittadino, con una giunta comunale più responsabile. Secondo la legge, avrà 20 giorni di tempo per presentare un nuovo gruppo di lavoro.

Se così non fosse, le sue dimissioni verranno confermate, e quasi sicuramente il comune verrà commissariato, in attesa di tornare presto alle urne, verosimilmente in autunno, assieme alle elezioni di 7 regioni (compresa la Puglia), inizialmente previste per la tarda primavera.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here