Jeremy, dagli USA al Gargano per conoscere la terra d’origine del nonno Giuseppe Scipione Del Vecchio (Joe Dell).

0

Ecco la storia di Jeremy W. Spurlock, dagli USA al Gargano per conoscere la terra d’origine del nonno Giuseppe Scipione Del Vecchio (alias Joe Dell).

Oggi raccontiamo la storia di Giuseppe Scipione Del Vecchio, nato a Rignano Garganico nel 1885 e partito per gli Stati Uniti d’America nel 1912. L’uomo ha avuto una vita travagliata e ben due mogli, una in Italia, l’altra in USA, da cui discende Jeremy W. Spurlock, americano giunto nel più piccolo comune della Montagna del Sole qualche giorno fa per conoscere i suoi pro-cugini e il paese natio del suo bisnonno.

La biografia dell’avo – svelata da RignanoNews.com – è stata scritta proprio da Spurlock (nella foto in basso), che dopo oltre un secolo è riuscito a rintracciare i suoi parenti italiani e con loro stringere un nuovo “patto di sangue”. A fare da tramite lo scrittore, giornalista e storico del luogo Antonio Del Vecchio.

Jeremy W. Spurlock, per la prima volta in Italia sulle orme del bisnonno Giuseppe Scipione Del Vecchio (alias Joe Dell).
Jeremy W. Spurlock, per la prima volta in Italia sulle orme del bisnonno Giuseppe Scipione Del Vecchio (alias Joe Dell).

Questa è una breve biografia sul mio bisnonno, Giuseppe Scipione Del Vecchio, emigrato in USA nel 1912 e deceduto nel marzo 1962. Egli nasce a Rignano, Garganico, Italia il 19 settembre 1885.

Giuseppe emigrò negli Stati Uniti nel 1912. Salpò a bordo della S.S. Luisiana il 1 ° luglio e fece il viaggio di 2 settimane da Napoli, Italia, al porto di New York, New York.

Giuseppe aveva una destinazione prevista a Louisville, Ky. Mi è stato detto che Giuseppe avrebbe dovuto raggiungere suo cugino, Michele De Felice, lì in Kentucky e viaggiare con Michele, sua moglie e i suoi figli.

Giuseppe aveva lasciato la moglie Maria e il figlio di 1 anno, Matteo, a casa in Italia. Gli mancavano moltissimo e voleva ricongiungersi con loro. Dopo essersi fatto strada da New York attraverso l’Ohio, ed essere finito a Louisville, Ky., Giuseppe Scipione ha cercato di prendere le disposizioni necessarie affinché sua moglie e suo figlio si riunissero con lui in America, ma non sono riusciti a venire.

Non sono mai stato in grado di scoprire perché non sono potuti venire negli Stati Uniti

Poco dopo questa delusione, incontrò una giovane donna vedova di nome Annie Rice CraigeAnnie ha scoperto che Giuseppe aveva dei soldi risparmiati negli ultimi anni di lavoro in America, soldi che aveva risparmiato per rimandare a Maria e Matteo in modo che potessero fare il viaggio per riunirsi con lui negli Stati Uniti.

Annie sedusse il cuore spezzato Giuseppe, e si sposarono in Virginia nel luglio del 1918. Allora lei approfittò molto rapidamente dei risparmi e poi abbandonò Giuseppe.

È stato anche detto che Annie pensava che Giuseppe stesse andando all’estero con l’esercito degli Stati Uniti – mentre stavano arruolando giovani per la prima guerra mondiale, quindi lei lo ha fatto pressione sul matrimonio poiché le sue intenzioni erano di raccogliere lo stipendio dell’esercito americano del suo governo mentre era lontano in guerra .

Tuttavia, in quel periodo Giuseppe un giorno è crollato per strada con un terribile caso di appendicite, ed è quasi morto. In seguito Annie si rese conto che non era stato arruolato e spedito via, a causa delle sue condizioni fisiche, quindi lo abbandonò rapidamente dopo solo poche settimane di matrimonio.

Con il cuore spezzato e di nuovo solo, Giuseppe si unì a un campo minerario di carbone chiamato Elys, Ky. Lì seppellì i suoi dolori nei lavori forzati. Lavorare nelle miniere di carbone della zona degli Appalachi era un lavoro estremamente difficile e pericoloso.

Giorno dopo giorno avrebbe camminato lungo il sentiero che portava alla miniera di carbone dal suo luogo di residenza. Nel suo percorso verso la miniera, passava davanti a una casa modesta con un cortile recintato. Notò che una donna, con un bambino carino di nome Otis, giocava sempre nel cortile di casa. Otis gli ha ricordato suo figlio Matteo a casa in Italia. Si fermava a parlare con il bambino e sua madre ogni giorno mentre passava davanti a casa. Non sapeva che presto si sarebbe innamorato e avrebbe sposato la madre del piccolo Otis.

Birdie Florence Payne era stata allevata dal suo patrigno e dalla madre. Sapeva cosa significava avere il cuore spezzato, a causa di un tragico evento accaduto a lei un paio di anni prima di conoscere Giuseppe.

Birdie era stata sfruttata e violentata in giovane età. Dopo la nascita del bambino, Birdie lo chiamò – Otis. È diventato un dono prezioso per lei; perché fu a causa del giovane Otis che Birdie incontrò Giuseppe.

Dopo aver sposato Birdie, Giuseppe era diventato noto come Joe Dell. Lui e la sua nuova famiglia si fecero strada attraverso le miniere di carbone in Virginia prima di stabilirsi a Bell County, Kentucky, dove trascorsero il resto della loro vita come agricoltori.

Ho chiesto a un membro più anziano della nostra famiglia perché Giuseppe ha abbreviato il suo nome in Joe Dell. Mi hanno detto che è successo quando si è trasferito nei campi di estrazione del carbone.

Quando ha iniziato a lavorare nelle miniere di carbone, i lavoratori dovevano avere i loro nomi etichettati sui loro caschi, quindi se ci fosse stata una tragedia – come un’esplosione, o se il pozzo della miniera fosse crollato, le squadre di soccorso sarebbero state in grado di identificare rapidamente il corpi che sono rimasti intrappolati tra le macerie visualizzando il nome stampato sui loro caschi. Molti degli immigrati che lavorano nelle miniere di carbone abbreviano i loro nomi in modo che il nome risulti in grassetto sui loro caschi.

Dopo che Giuseppe (Joe) ha adottato Otis, lui e Birdie hanno continuato ad avere altri 6 figli insieme.

Il loro figlio maggiore – Frank Dell, nacque nel settembre del 1922 – lo stesso anno in cui Giuseppe rimase quasi ucciso in un’esplosione il 31 gennaio nella miniera di carbone che si trovava nella città di Fourmile, nel Kentucky. Sei uomini hanno perso la vita quel giorno e Joe è stato gravemente ferito.

Il tempo passò e cinque anni dopo ebbero una bellissima bambina. Giuseppe ha chiamato il bambino dopo la madre di Giuseppe a casa in Italia – Giuseppa. È cresciuta fino a diventare una bellissima giovane donna, che sarebbe diventata nota come Josephine o “Jessie“. All’età di 15 anni, si innamorò e sposò un uomo che aveva quasi 10 anni più di lei. Il suo nome era Critten Gray. Era un uomo molto geloso per natura. Sarebbe sempre andato su tutte le furie se pensasse che qualcuno potrebbe ammirare la bella e giovane Giuseppa. Hanno continuato a mettere su famiglia, e poco dopo la nascita del loro secondo figlio, Critten è diventato ancora più arrabbiato nella sua gelosia e ha iniziato ad accusare Giuseppa di avere una relazione, anche se non c’era affatto verità.

Una notte, mentre giaceva a letto con il loro figlio appena nato e il suo bambino più grande nella stanza accanto, Critten tornò a casa infuriato. Senza preavviso, ha sparato a Giuseppa proprio nel letto con il suo bambino. Dopo aver realizzato che l’aveva uccisa all’istante, si tolse tutti i suoi vestiti e corse fuori nudo, urlando nella notte. Spinto dai suoi demoni interiori, quella notte scomparve nella foresta. Successivamente è stato arrestato e condannato al carcere per l’omicidio della moglie di 24 anni.

Salvene Dell era il figlio di Joe e Birdie, nato nel 1929, appena 2 anni dopo Josephine.

E poi mio nonno – Joe E. Dell arrivò nel 1933.

Ricordo che mia madre, Kathlene, raccontava le storie di come mio nonno Joe E. e suo fratello Salvene avrebbero parlato dell’assassino della sorella. Quando mia madre era una ragazzina, ascoltava Joe E. ei suoi fratelli pianificare la loro vendetta contro Critten Gray. Mia madre ha detto che stavano facendo il conto alla rovescia per il momento in cui sarebbe stato rilasciato dalla prigione e lo stavano cercando per aver ucciso la loro sorella Josephine.

Se non fosse stato per l’esperienza di fede di mio nonno e la sua accettazione del cristianesimo avvenuta prima che Critten G. fosse rilasciato dalla prigione, sono certo che avrebbe portato avanti la sua vendetta con grande furore. Ma invece ha trovato la grazia di perdonare Critten Gray per l’orribile omicidio di sua sorella, proprio come il suo Salvatore – Gesù Cristo lo aveva perdonato.

Giuseppe (Joe) e Birdie ebbero un altro figlio di nome Johnnie nell’estate del 1935, lo stesso anno in cui i suoi genitori morirono in Italia.

Già familiarizzato con il dolore, Joe si trovò a dover affrontare la morte del suo bambino Jonnie l’anno successivo nell’autunno del 1936. Frank – 14 anni, Josephine – 9 anni, Salvene – 7 anni, Joe E. – 3 anni vecchi, tutti hanno visto il loro fratellino di 1 anno morire di scarlattina.

Quasi due anni dopo la morte di Johnnie, nella tarda primavera del 1938 nacque Maria Maddalena, la loro seconda figlia e ultimo figlio.

Nel corso degli anni Giuseppe ha parlato affettuosamente della sua patria, l’Italia. Si era stabilito negli Appalachi del Kentucky perché gli ricordava la sua città natale di montagna, Rignano Garganico, a Foggia, in Italia.

Amava coltivare tutti i tipi di verdure diverse. Amava anche cucinare. Preparava la pasta fatta in casa e amava i peperoncini piccanti: più erano piccanti, meglio era. Si sedeva a tavola e li mangiava come caramelle.

Amava la sua famiglia e li ha cresciuti fino a diventare grandi lavoratori. Credeva anche in una forte disciplina. Ricordo mio nonno – Joe, che raccontava le storie di come suo padre lo avrebbe sculacciato con una frusta da cavallo. Da ragazzino dispettoso, cercava di correre e nascondersi, e si ricordava di Giuseppe che lo inseguiva per il cortile con la frusta.

Mia nonna Virgie – che è sposata con Joe E Dell, mi ha raccontato la storia di quando lei e suo fratello, Claude Baker, stavano uscendo con Joe E Dell e la sorella di Joe – Mary Magdalene Dell.

Virgie e Claude vennero a cena a casa di Giuseppe per corteggiare suo figlio Joe e sua figlia MaryGiuseppe Scipione stava preparando il pasto. Hanno visto Giuseppe stendere la pasta e tagliare la pasta a listarelle. Le metteva sulle braccia finché non aveva entrambe le braccia piene di pasta, e poi doveva chinarsi mentre le portava con cautela al forno. Poi Giuseppe ha preparato il suo sugo per la pasta e ha aggiunto molti peperoncini piccanti. Mia nonna Virgie e suo fratello Claude non avevano mai mangiato cibo italiano prima. Giuseppe si sedette e sorrise mentre assaggiavano la cena.

Claude stava cercando di impressionare la sua futura moglie Mary e il padre di MaryGiuseppe. Claude pianse come un bambino mentre mangiava il cibo piccante, ma non osava smettere. Voleva dimostrare di essere un tipo duro! Mia nonna Virgie ricorda che Giuseppe rideva e rideva di loro.

Virgie ha anche detto che mentre Giuseppe preparava la cena sua moglie Birdie preparava il pane di mais, che era un accompagnamento comune ai pasti americani. Ma Giuseppe disse a Birdie che il pane di mais doveva essere dato in pasto ai maiali. Non avrebbe mangiato il pane di mais. Le fece cuocere del pane fresco da abbinare alla pasta e al sugo italiano che aveva fatto Giuseppe S.

Mio nonno, Joe E. Dell, voleva così tanto portare il mio bisnonno Giuseppe in un viaggio di ritorno a casa in Italia prima che fosse troppo vecchio per fare il viaggio, ma era diventato difficile farlo perché a un certo punto nel corso degli anni Giuseppe e Birdie aveva sofferto di un incendio in casa che aveva bruciato tutti i documenti e le lettere di Giuseppe dal suo paese in Italia.

Mio nonno Joe E. stava cercando di raccogliere le scartoffie necessarie quando Giuseppe si ammalò troppo per fare il viaggio, e poi morì all’età di 76 anni nel marzo del 1962.

Birdie Dell morì 7 anni dopo, nell’aprile 1969.

N.B. Nella foto: Joe E. Dell (Del Vecchio) junior con la figlioletta Kathlene (madre dell’autore dell’articolo J.Wayne Spurlock. Foto della sorella Josephine, uccisa dal marito per gelosia.

Jeremy W. Spurlock

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here