L’Infermieristica nazionale riparte dal Gargano: a Peschici convegno dell’Ordine degli Infermieri di Foggia.

0

Michele Del Gaudio (OPI Foggia) è stato chiaro: dopo il Covid l’Infermieristica italiana deve ripartire dalla formazione specialistica e dal riconoscimento delle alte competenze già da anni acquisite.

“Obiettivo futuro: dal generale al particolare, nuove idee per una professione in cammino”. è il titolo-tema scelto dall’Ordine delle Professioni Infermieristica di Foggia e in fase di svolgimento in quel di Peschici (Gusmay Resort). Ad aprire i lavori ci ha pensato come sempre Michele Del Gaudio, presidente dell’OPI dauno, che ha invitato i presenti a pensare ad una Infermieristica di nuova concezione, basata sulla specializzazione e sulla formazione di alta qualità.

A moderare i lavori della prima giornata ci hanno pensato Cosimo Cicia Maria Cristina Magnocavallo del Comitato Centrale FNOPI.

Antonio Scarpa, invece, in rappresentanza anche degli OPI della Puglia ha portato i saluti della presidente nazionale FNOPI Barbara Mangiacavalli.

Magistrali le relazioni di:

  • Prof. Valerio Dimonte, relazione sul tema “Da servente a infermiere: un viaggio nel tempo, per il tempo” – “L’Infermiere è come il tango, deve guidare l’assistenza, essere team leader, deve accogliere e guidare l’assistito; il tango non si balla mai in coppia con la stessa persona, per cui l’Infermiere si deve riadattare ai Pazienti che cambiano; l’Infermiere sviluppo una capacità unica di rispettare chi ha bisogno di cure“;
  • Prof.ssa Alvisa Palese, “Uno sguardo complessivo per un bilancio provvisorio: dove siamo arrivati con la formazione infermieristica italiana?” – “La riforma della formazione deve partire dal ripensare la formazione universitari, prendendo spunto dalle realtà anglosassoni e americane; gli Studenti in Pandemia sono stati spesso abbandonati, rinchiusi in casa, isolati; è stato difficile con loro e per loro sostenere i tirocini, ora però dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire”;
  • Dott.ssa Teresa Rea, “Prospettive ed idee per la formazione di base”;
  • Prof. Alberto Dal Molin, “Prospettive ed idee per la formazione post base”;
  • Prof. Giancarlo Cicolini, “Update sulla formazione infermieristica in Puglia”.

“Come ogni anno vogliamo analizzare i cambiamenti in essere e in prospettiva all’interno e all’esterno della professione infermieristica. Al Gattarella 2021 quest’anno verrà dato grande spazio agli Infermieri e al loro ruolo nell’Università pubblica e privata. Assieme cercheremo di capire come si è evoluta e come si evolverà il settore nei prossimi decenni”.

A spiegarlo ad AssoCareNews.it è Michele Del Gaudio, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Foggia e, assieme al suo gruppo dirigenziale OPI, ideatore di un evento organizzato oramai da diversi lustri.

E non è tutto. Del Gaudio annuncia che durante la “tre giorni” si parlerà approfonditamente della nascita e dell’evoluzione dell’Infermiere di Famiglia (anche in Puglia) e di come la Pandemia Covid ha modificato l’assistenza nel nostro Paese e nel mondo intero.

L’evento anche quest’anno avrà luogo nella splendida cornice del Gusmay Resort di Peschici. Le date previste sono 12, 13 e 14 settembre 2021.

Ecco il Programma dell’evento.

QUALI PROSPETTIVE PER LA FORMAZIONE INFERMIERISTICA UNIVERSITARIA IN ITALIA

12 settembre 2021 – ore 14.30 – 20.00

MODERATORI: COSIMO CICIA – MARIACRISTINA MAGNOCAVALLO

15.00
Da servente a infermiere: un viaggio nel tempo, per il tempo
Prof. Valerio Dimonte

16.00
Uno sguardo complessivo per un bilancio provvisorio: dove siamo arrivati con la formazione infermieristica italiana?
Prof.ssa Alvisa Palese

17.00
Prospettive ed idee per la formazione di base
Dott.ssa Teresa Rea

18.00
Prospettive ed idee per la formazione post base
Prof. Alberto Dal Molin

19.00
Update sulla formazione infermieristica in Puglia
Prof. Giancarlo Cicolini

Discussione ed approfondimento con interventi dei partecipanti.

* * *

L’EVOLUZIONE DELLA MEDICINA TERRITORIALE E DELL’INFERMIERISTICA DI FAMIGLIA

13 settembre 2021 – ore 14.30 – 20.00

MODERATORI: MARCELLO ANTONAZZO – ANTONIO SCARPA

15.00
La sfida del futuro dell’assistenza territoriale
Dott.ssa Fabia Franchi

16.00
La famiglia, le reti sociali
Dott. Vincenzo Viggiani

17.00
Modelli organizzativi per l’infermieristica di famiglia
Dott. Luca Valcavi

18.00
L’infermiere di famiglia: quale responsabilità?
Dott. Luigi Pais De Mori

19.00
L’infermiere di famiglia: prospettive in Puglia
Dott.ssa Girolama De Gennaro 

Discussione ed approfondimento con interventi dei partecipanti.

* * *

571 GIORNI DI CONVIVENZA FORZATA CON LA PANDEMIA. A CHE PUNTO SIAMO?

14 settembre 2021- ore 14.30 – 20.00

MODERATORI: SERAFINA ROBERTUCCI – PIERPAOLO VOLPE

15.00
Analisi di un fenomeno
Dott. Giovanni Iannucci

16.00
A conti fatti: riorganizzazione di un DEA
Prof.ssa Gilda Cinnella

17.00
Dall’ordinario all’emergenza: una rivoluzione concettuale
Dott. Pietro Giurdanella

18.00
L’emergenza nell’emergenza: esercizio di competenze avanzate e straordinarie in area critica
Dott. Guglielmo Imbriaco

19.00
Le lacrime degli infermieri: narrazioni e riflessioni
Dott. Pio Lattarulo 

Discussione ed approfondimento con interventi dei partecipanti.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here