Emergenza COVID: nessuna vestizione per i defunti morti in casa, indipendentemente dalla causa del decesso

Per motivi di sicurezza la Asl di Foggia ha stabilito nuove procedure per quanto riguarda i decessi in casa. In primo luogo i parenti dovranno avvertire il medico curante, il medico di continuità assistenziale o il 118 per la constatazione di decesso e per la compilazione della scheda Istat.

Una volta giunta l’agenzia di pompe funebri presso l’abitazione, non verrà più effettuata la vestizione del defunto, come da usanza, ma le nuove disposizioni prevedono che il personale, fornito di dispositivi di protezione, avvolga il corpo in un lenzuolo pregno di disinfettante e lo posizioni poi all’interno della bara. Il contatto tra parenti e il defunto viene ridotto al minimo, è possibile dare un ultimo saluto ma in tempi brevissimi e solo due per volta.

Dopo averne accertato le cause della morte, il medico necroscopo consentirà la chiusura della cassa e il via libera per il trasferimento della salma presso il cimitero comunale, il quale avverrà rigorosamente senza alcun corteo funebre. (Ornella DI MAGGIO)