Processione del quadro della Madonna dello Sterpeto, si ripete in Puglia una situazione analoga a San Marco in Lamis

processione barletta

La manifestazione si è svolta nella giornata di ieri davanti la Cattedrale di Barletta, con la presenza di sindaco, vigili e agenti di Polizia. Questo è il secondo caso analogo che si verifica nella Regione Puglia, dopo quello di San Marco in Lamis.

Non si è ancora spenta l’eco del ‘caso’ processione Madonna dello Sterpeto, che nella città del Nordbarese è di nuovo assembramento.

Rischia di diventare un caso la processione del quadro della Madonna dello Sterpeto, patrona di Barletta. Oggi, come da tradizione, l’icona ha attraversato la città per raggiungere la Cattedrale. Una ricorrenza, caratterizzata dalle nuove disposizioni di sicurezza per il Coronavirus, puntualmente disapplicate per giunta alle presenze delle Forze di Polizia.

 

Ma, come documenta questo filmato girato dall’emittente Canale 91 che ha trasmesso la diretta dell’evento, in realtà l’icona – trasportata a bordo di un mezzo – ha attraversato le vie del centro salutata comunque da centinaia di persone che erano sul marciapiede. Circostanza, questa, già di per sé sufficiente per interrogarsi sul perchè ci fossero tante persone in giro pur essendo vietato dal vigente Dpcm. Il carro che trasportava l’icone della Madonna è stato scortato da pattuglie della Polizia locale (oltre a diversi agenti della Polizia di stato impegnati nel servizio d’ordine) attraversando due ali di folla che attendeva da tempo il passaggio del quadro…

Dulcis in fundo, l’arrivo davanti alla Cattedrale

Ad attendere il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, medico e primario del Pronto Soccorso, e il vescovo – dove il quadro è stato accerchiato da decine di fedeli: chi a mani nude, chi con o senza mascherina, ha voluto salutare la Madonna. Tutto ciò, ribadiamo, è avvenuto alla presenza delle Forze dell’ordine che avrebbero dovuto far rispettare le regole. Tuttavia il sindaco, ha postato sulla sua pagina Fb le immagini che lo ritraggono all’interno della Cattedrale in «solitudine» dimenticando quanto accaduto fuori.


 

La foto parla da séecco come si presentava questa mattina il mercato di Largo Ariosto a Barletta

Centinaia di persone hanno preso d’assalto le bancarelle. Dopo che la città nelle scorse ore è già stata citata da tutte le cronache nazionali per la processione del quadro della Madonna dello Sterpeto, accompagnata da centinaia di persone per strada, pur essendo vietato dal vigente Dpcm, ecco un altro esempio di come la situazione sul rispetto delle norme anti-Covid sia fuori controllo.

Alla processione, nonostante fossero presenti le forze dell’ordine, in particolare la polizia locale, e il sindaco, in tantissimi erano assembrati davanti alla Cattedrale al momento dell’arrivo dell’icona. Non basta: come documenta questa foto, i vigili che avrebbero dovuto far rispettare le distanze, hanno ignorato l’obbligo, e pensato più a scattare fotografie o a girare filmini col proprio telefono.

Il sindaco dopo la processione: “Non accadrà più” – «Quello che è accaduto ieri mi rincresce molto, non doveva e non dovrà più succedere. Abbiamo fatto tutti grandi sacrifici e non ci possiamo permettere il lusso di vanificarli. Capisco bene il disappunto dei tanti che hanno scritto e commentato le immagini dell’esterno della cattedrale». Così il sindaco di Barletta Cosimo Cannito in una nota.