Vieste, ucciso il boss Girolamo Perna

0

Omicidio ieri sera a Vieste. La vittima è il boss Girolamo Perna, di 29 anni, ritenuto a capo dell’omonimo clan. L’uomo era nei pressi della sua abitazione, nelle campagne tra Vieste e Peschici, dove era agli arresti domiciliari, in compagnia di un uomo, quando è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco.

È stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale di San Giovanni Rotondo. Per quanto le sue condizioni fossero subito apparse gravi, non sembrava essere in pericolo di vita; invece, è morto poco dopo il ricovero a Casa Sollievo della Sofferenza. In meno di tre anni, Perna era già rimasto vittima di due agguati, prima di quello mortale di stasera; in una circostanza, era in compagnia di sua moglie e della loro figlia di pochi anni. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Nonostante la giovane età, Girolamo Perna aveva già un lungo curriculum criminale, con precedenti soprattutto per droga e armi. Il 29enne era ritenuto a capo della batteria contrapposta al clan guidato da Marco Raduano, attualmente detenuto in carcere.

Dal 2015, la guerra di mafia a Vieste, con quello di Girolamo Perna, ha registrato 10 omicidi, numerosi agguati falliti e una lupara bianca. Lo scontro tra i gruppi criminali della nota località turistica garganica si concentra sulla gestione dei traffici di droga provenienti dai Balcani e sul racket delle estorsioni. (Norbaonline.it)

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here